La “Scuola per la lavorazione del Corallo” fu istituita con Regio Decreto del 23 giugno 1878, su proposta di Francesco De Sanctis, era un luogo dove s’impartivano lezioni sul disegno, l’intaglio e incisione dell’oro rosso dei nostri mari. Nel 1968 divenne Istituto Statale d’Arte che nel 2009 è stato aggregato all’Istituto d’Istruzione Superiore “Francesco Degni” di Torre del Greco.

Un già così particolare per vocazione istituto, si colloca in un edificio altrettanto ricercato. La scuola è infatti ospitata, sin dalle sue origini, nel barocco convento annesso alla chiesa del Carmine. Il complesso, recentemente restaurato, si articola tutto attorno all’antico chiostro e,  al primo piano, in ambienti decorati da antichi stucchi, ospita il Museo del Corallo, inaugurato il 3 aprile 1933.

Ed è qui che si svolge un progetto Scuola Viva fortemente ancorato alla tradizione artigianale e artistica territoriale, un esempio di creazione di senso d’appartenenza e comunità, associata all’apprendimento. L’eredità da tramandare: storia ed opere del Museo del Corallo”.

240 studenti per 7 moduli, che, in continuità con la scorsa annualità, sono orientati al lavoro e a un tipo di apprendimento pratico. Tutti focalizzati verso un unico scopo: la sempre maggiore valorizzazione di un tesoro unico, la conoscenza e la tutela non soltanto del Museo, ma anche di una tradizione, di una lavorazione unica, quale quella del corallo e del cammeo.

Quest’anno, al termine dei laboratori i ragazzi, con l’aiuto dei partners coinvolti e dei loro docenti, avranno tra le mani un prodotto finito di estremo valore, ovvero il catalogo delle opere del Museo del Corallo. Un piccolo-grande simbolo, che rappresenta, quindi non soltanto uno strumento, di valorizzazione e di racconto, ma il simbolo di un lavoro durato un anno del quale i ragazzi hanno appreso a curato l’intera filiera: dalla conoscenza del restauro delle opere, alla catalogazione, alla fotografia delle opere, all’impaginazione del catalogo.

In attesa che il Catalogo targato Scuola Viva del Museo del Corallo sia pronto, nel fare un grande in bocca al lupo a tutti i ragazzi, ai loro professori ed ai partner coinvolti, per chi volesse saperne di più sul Museo e le opere che custodisce, consultare il sito dell’Istituto “Francesco Degni”.