Ieri, 7 maggio, è stata un’occasione speciale per incontrare gli studenti, i professori e la Dirigente Scolastica di una vivissima scuola campana: l’IPSAR Pittoni di Pagani.

Una Scuola Viva e attiva sul proprio territorio che, come ha raccontato la Dirigente Scolastica Rosa Rosanna all’Assessore all’Istruzione della Regione Campania Lucia Fortini, ha studenti che in questo momento svolgono stage in giro per le località turistiche più rinomate della Campania e che, grazie al Programma Scuola Viva, ha potuto ampliare le proprie prospettive offrendo ai ragazzi la possibilità di imparare cose nuove e, soprattutto, di fare attività sportiva!

Il progetto della seconda annualità, non a caso titola: “Ancora Insieme… sport e comunità per migliorare la qualità della vita

Ecco allora che tra giochi di coordinamento, momenti dedicati alla sicurezza, alla lotta all’uso di stupefacenti, c’è anche la possibilità di scegliere lo sport più appropriato tra Arti marziali/difesa personale, Calcetto, Pallavolo, Nuoto e (dalla seconda annualità) Danza.

Senza mai perdere di vista, però, quella che è la vocazione dell’Istituto con un modulo di stage, alternanza scuola-lavoro, in una o più aziende del settore ristorativo/gastronomico con la presenza di strutture sportive ed infine, un modulo di promozione e comunicazione in cui sono previsti: Cineforum, Manifestazioni, una rassegna enogastronomica con degustazioni, ed un evento finale (saggio, torneo quadrangolare) che racchiuda tutte le attività svolte insieme durante l’anno grazie a Scuola Viva.

Ma veniamo all’incontro di ieri mattina, che è stato anche un momento importante per ben 3 studentesse dell’Istituto Pittoni, che sono state premiate dall’Assessore Lucia Fortini per le loro classificazioni ai tornei regionali indetti dall’AIBES – Associazione Italiana Barman e Sostenitori. Un momento di festa ed orgoglio festeggiato tutti insieme davanti agli ottimi dolci appena sfornati preparati dai colleghi pasticcieri e accompagnati da un buon caffè, servito alla perfezione e col sorriso.

Tra il profumo di pasta frolla e quello del caffè, un cucchiaino spostato e le osservazioni attente dei professori, i ragazzi dell’IPSAR Pittoni ieri hanno mostrato praticamente come sia bello essere una comunità, fare accoglienza, senza smettere mai d’imparare e crescere.