“Scuola Viva – Scuole Abitate” è il progetto con il quale l’Istituto Professionale di Stato “Vincenzo Telese” decide di ricominciare dopo l’evento sismico che ha interessato l’Isola di Ischia lo scorso 21 agosto 2017.

La scuola ha scelto di essere soggetto resiliente, che infonde fiducia, attraverso un intero modulo dedicato allo studio del territorio e sismicità dell’Isola di Ischia, al fine di infondere nei giovani i valori del rispetto e della tutela dell’ambiente.

Il progetto, articolato in 4 moduli, si è posto come obiettivo quello di contrastare il disagio e prevenire la dispersione scolastica favorendo l’incontro di giovani che hanno perso riferimenti logistici e relazionali per il terremoto.

I laboratori proposti mettono in relazione i ragazzi con la realtà che circonda cibo, uomini e territori, con laboratori, classi e lezioni dedicate alla tradizione culinaria ischitana, come dimostrano le immagini del laboratorio “Vino, orto e coniglio”.

Uno dei moduli, fondato sull’alternanza Scuola/Lavoro, si prefigge di assicurare ai frequentanti, oltre alle conoscenze di base, l’acquisizione di lavoro.

Il percorso ha fornito conoscenze sui cicli di lavorazione dei prodotti alimentari con particolare attenzione per il settore dolciario e conoscenze circa le tecniche principali per la fotografia ai fini pubblicitari.

Il cuore dell’attività dell’Istituto è probabilmente il modulo “Terre e mare da amare”, che ha messo in risalto la vocazione turistica e termale dell’Isola, non solo attraverso lezioni di carattere generale, esercitazioni pratiche e uscite didattiche, ma soprattutto con l’osservazione della geo e biodiversità marina ed alle uscite in barca a vela.