CAIVANO, UNA SCUOLA VIVA CONTRO IL DEGRADO E LA CRIMINALITÀ

“Per esprimere il nostro sé…in tutti i linguaggi”. Questo il titolo della seconda annualità del Programma Scuola Viva dell’Istituto Comprensivo 3° Circolo del Parco Verde di Caivano. Una seconda annualità messa interamente in scena lo scorso giovedì 14 giugno, presso la sala convegni del plesso “Viviani”, nella quale, peraltro, è anche stato assegnato il premio “Legali a tutte le età” agli alunni che hanno partecipato alle attività organizzate dalla scuola nelle ore extracurricolari.

Una giornata, meteo a parte, radiosa dove tutti gli alunni, dai più piccoli ai più grandi, si sono avvicendati agli occhi del folto pubblico accorso per far vedere loro tutto quello che, dal canto al teatro, dalla danza alla musica, hanno avuto modo di imparare in questi mesi.

Ma ogni singolo modulo rappresentato, aveva alla base degli insegnamenti morali decisivi in luoghi come quelli del Parco Verde, zona, purtroppo depressa e tristemente nota alla ribalta nazionale per episodi di cronaca nera. Il bullismo, l’integrazione multietnica, l’uguaglianza, la fratellanza, l’amicizia, il lavoro di squadra, la legalità e tanti altri temi come punto da cui partire per costruire una consapevolezza del sé e dell’altro nel pieno rispetto delle specificità di ognuno e per fondare valori alla base di una società sicuramente migliore. E, a giudicare dagli spettacoli messi in scena, dinanzi all’Assessore all’Istruzione della Regione Campania Lucia Fortini, la strada imboccata è quella giusta con i bambini consapevoli protagonisti di show davvero bellissimi e toccanti. Insomma, una Scuola Viva, anzi robusta che combatte il degrado, la dispersione scolastica e le enormi difficoltà del quartiere.