Proprio qualche giorno fa è stato firmato un protocollo d’Intesa importante fra l’ospedale Pascale di Napoli, l’Accademia Mediterranea di Cultura, Tecnologia e Commercio di Malta e una Scuola Viva che anche in tempo di covid e didattica a distanza non si è mai fermata: l’IPPSART di Teano; il protocollo è stato siglato anche in collaborazione con diverse associazioni del territorio casertano e regionale.

Ma perché tutte queste realtà hanno unito le forze creato questa intesa? Per portare avanti “Sano e Campano” il progetto ideato proprio dal dipartimento di scienze dell’Istituto Alberghiero, dedicato all’educazione alimentare, alla prevenzione delle malattie tra didattica e scienza grazie alla promozione della dieta mediterranea e di uno stile di vita sostenibile.

Alla firma del protocollo, con la Dirigente Scolastica Annamaria Orso e il noto medico Paolo Antonio Ascierto che si è fatto da subito promotore dell’iniziativa in chiave di promozione della salute, di sostenibilità ambientale nonché di consapevolezza dei legami tra cibo, cultura e territorio.

L’iniziativa parte da Teano ma, come dichiarato dalla Dirigente, sarà diffusa su tutto il territorio regionale, nelle scuole di ogni ordine e grado, in particolar modo nelle secondarie di primo e secondo grado, partendo proprio dalla Provincia di Caserta.

In considerazione della necessità di affrontare in modo sistemico l’educazione alimentare, il progetto sarà strutturato in varie tipologie di attività che coinvolgono non solo gli studenti e i loro insegnanti ma anche gli attori operanti nel territorio per la ricerca di prodotti alimentari che caratterizzano il territorio. Tutti entusiasti di poter contribuire, con le proprie competenze, alla costruzione di una ampia cultura del cibo che comprenda i principi di sicurezza alimentare, importanti per tutti ma essenziali per coloro che sono in una fase di crescita.