ANAGRAFE NAZIONALE ISTRUZIONE SUPERIORE, È ONLINE IL NUOVO PORTALE

È online il nuovo portale dell’Anagrafe Nazionale dell’Istruzione Superiore (ANIS). Per i cittadini, sarà possibile consultare i dati relativi alle iscrizioni all’Università e ai titoli di studio.

L’Anagrafe Nazionale dell’Istruzione Superiore è il sistema informativo unitario in grado di facilitare l’accesso ai dati attualmente distribuiti in oltre cinquecento sistemi informativi locali. Questi comprendono università, istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica, scuole superiori per mediatori linguistici, scuole di specializzazione in psicoterapia.

È un sistema che semplifica l’ottenimento dell’attestazione di laurea. Sarà compito delle Università e degli altri istituti di formazione superiore (statali e non) alimentare e aggiornare l’ANIS con i dati relativi alle iscrizioni in essere e ai titoli di studio. Questo permetterà ai cittadini di usufruire di servizi online di rilascio delle attestazioni, spendibili nei rapporti con i privati. Ma assicurerà anche, a tutte le pubbliche amministrazioni e ai soggetti privati autorizzati, un facile accesso ai dati. Ciò sarà possibile attraverso la Piattaforma Digitale Nazionale Dati (PDND).

L’Anagrafe Nazionale dell’Istruzione Superiore costituisce il primo caso di anagrafe digitale che si avvale di ANPR: l’anagrafe nazionale per la gestione dei dati anagrafici dei cittadini in interoperabilità. Questo consente di eliminare eventuali duplicazioni e rischi di disallineamento.

I cittadini, accedendo tramite la propria identità digitale (SPID o CIE), potranno consultare i dati relativi alle iscrizioni in essere e ai titoli di studio conseguiti, richiedere una eventuale rettifica degli stessi. Ma potranno anche ottenere il rilascio di attestazioni spendibili nei rapporti con i privati.

La prima fase del progetto ha coinvolto le università, per il conferimento di dati a partire dal 2010. Nelle successive fasi, verranno coinvolti tutti gli istituti di formazione superiore. Ulteriori interventi avranno il compito di agevolare le università e gli istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica nel rendere disponibili i dati antecedenti al 2010.