IL NOVIO ATELLANO È SCUOLA DI VITA TRA “IL BISOGNO E LA SPERANZA”

Il Novio Atellano di Frattaminore è un Istituto Comprensivo che ha fatto dell’Attenzione la propria bandiera. Attenzione declinata in mille modi e misure: attenzione alla storia del proprio territorio, alla libera espressione dei propri studenti, attenzione al “Bisogno e alla Speranza” è questo, infatti, il titolo della giornata di festeggiamenti della Scuola in occasione della chiusura della Seconda Annualità di Scuola Viva.

Un entusiasmante percorso, fianco a fianco con l’Assessore all’Istruzione della Regione Campania Lucia Fortini, tra i giardini e le aule dell’Istituto. Tra le maschere del teatro greco che passano il testimone a un giovane Pulcinella molto poco sprovveduto di come lo conosciamo, anzi, più consapevole e attento al nostro tempo; si passa alla musica, da quella tradizionale di “A città e Pullecenella” a quella contemporanea, con il coro che canta la canzone vincitrice di Sanremo “Non mi avete fatto niente” per non dimenticare le vittime di qualsiasi guerra o abuso. Non a caso si è passati, alla descrizione dei moduli su bullismo e cyberbullismo, di ascolto e supporto psicologico.

Attenzione, dunque, che parte, come descritto anche dalla Dirigente Scolastica Luisa Diana Motti da un bisogno e grazie all’espressione di esigenze e bisogni i ragazzi hanno affrontato anche un modulo interamente dedicato alla conoscenza delle norme e delle leggi che hanno così saputo far loro, nell’idea che così, sapranno anche farle rispettare.

Una Scuola Viva, il Novio Atellano, entusiasta, che tra aspiranti futuri artisti, musicisti, ballerini, attori, avvocati, psicologi, presentatori prepara e forma, sicuramente, cittadini consapevoli.