Lo spessore del progetto Scuola Viva dell’ISIS Antonio Serra di Napoli s’intuisce già dal suo titolo: “Il Ritmo della Vita: la Sostenibilità non è unicamente una questione ambientale ma una visione integrata delle diverse dimensioni dello Sviluppo”. E sono tutte queste diverse dimensioni che hanno preso vita il 6 giugno al Circolo Posillipo di Napoli. I ragazzi, infatti, si sono messi alla prova divertendosi, per mostrare alla loro Dirigente Scolastica Patrizia Pedata, a tutti i loro tutor ed all’Assessore Regionale all’Istruzione Lucia Fortini, quanto hanno imparato nel corso dell’anno.

Sono 5 i moduli del progetto “Il ritmo della vita” che riprendono, ognuno a proprio modo tutti gli aspetti psico-sociali e formativi degli obiettivi dell’agenda 2030. Ovviamente, all’insegna del Rythm!

Partendo da Rhythm and Click, modulo più spiccatamente tecnico, per i ragazzi che già intendono lanciarsi nel mondo della web economy e delle APP per mobile. Sono state progettate, disegnate e create App innovative, focalizzate principalmente sulla città di Napoli e che, potenzialmente, potrebbero attivarsi molto presto. Si passa poi a Rhythm and Dance, modulo dedicato alla conoscenza e consapevolezza della propria fisicità, applicata poi al ballo latino. Solo alcune delle ragazze partecipanti al modulo hanno deciso di mettersi alla prova con una performance dal vivo, però, ma al modulo, assicurano c’erano anche un sacco di ragazzi.

Dopo la performance latino-americana, è la volta di altre due esibizioni, nel segno del ritmo: Rhythm and Music e Rhythm and Teathre. Con la prima, i ragazzi dell’Antonio Serra hanno dato un piccolo assaggio di quanto imparato durante il percorso musicale affrontato durante l’anno, grazie al quale hanno imparato a gestire gli strumenti a percussione: dai bonghi, allo xilofono alle percussioni brasiliane. Una nuova passione che ha dato vita anche ad una canzone tutta loro, una sorta di inno Scuola Viva.L’altra performance, messa in scena dai ragazzi del modulo di teatro, ha messo gli studenti “a nudo” con le proprie emozioni. Risultato: una sorta di flash-mob scandito ritmicamente, creato dai ragazzi e dedicato al senso della vita e contro ogni tipo di violenza e di bullismo.

Resta, infine, ma solo per ordine temporale il modulo: Rhythm and Water, ovvero il modulo di nuoto che veniva inaugurato proprio in occasione dell’incontro Scuola Viva, conclusivo di tutte le altre attività. I ragazzi dell’Antonio Serra, infatti, hanno la possibilità di recarsi in un’assoluta eccellenza napoletana, come il Circolo Posillipo, per imparare o praticare il nuoto nei mesi di giugno e luglio.