L’Istituto Comprensivo Santa Marina – Policastro Bussentino è un luogo in cui “tutto si crea e nulla si distrugge” ma, anzi, si riusa. Con amore ed entusiasmo.

Quella che ruota attorno a questa scuola è una comunità coesa e creativa, che anche quest’anno, il 3 giugno ha organizzato una coloratissima festa per concludere la Terza Annualità di Scuola Viva.

Armonica-mente, ovvero percorsi educativi e di libertà nel Cilento” è il titolo del progetto che ha coperto tutte le tre annualità, che quest’anno ha sviluppato 7 moduli, tutti con un importante valore di fondo: l’ecosostenibilità, il rispetto per l’ambiente e per la vita. È così che nascono gli strumenti dell’orchestra dei giovani musicisti del riciclo che, come raccontano Preside e insegnati, ormai si esibiscono in tutto il comprensorio con tamburi, ukulele e strani strumenti tubolari ricavati da scatole di biscotti, latte legate con lo spago, tubi di plastica, tutti frutto del modulo “Musica e Riciclo”. E poi ci sono le elegantissime pochette ricavate dalle buste del caffè, meravigliosi vasi che sembrano di uno strano cristallo e invece sono fatti di cemento! Oppure le cornici create con le pagine dei giornali che altrimenti sarebbero stati buttati via e i trenini portafiori creati con le cassette della frutta e le vecchie lenzuola diventano delle comode borse della spesa dal messaggio eloquente: “Dite addio alla plastica!”.

È così, poi, che si preparano gustosissimi biscotti, marmellate e pasta fresca, imparando al contempo la piramide alimentare e cosa sia la dieta mediterranea ed il mangiare sano grazie al laboratorio Dieta Mediterranea, Sicurezza A Tavola E Movimento portato avanti con una partner che rappresenta l’eccellenza culinaria del Cilento: la chef Maria Rina.

Conoscenza e consapevolezza che si declinano, anche in conoscenza del territorio, grazie al nuovo modulo di Trekking Imparare camminando e, anche, grazie al laboratorio svolto con l’Associazione Libera dedicato ai libri ed alle storie di legalità col quale i ragazzi hanno scritto il loro alfabeto della legalità e che, grazie al lavoro svolto in questi anni, porterà l’Istituto ad essere il presidio ufficiale di Libera sul territorio. Coscienza di sé e degli altri anche grazie al laboratorio di Arti Cinematografiche e Teatrali.

Ed infine, un laboratorio, che è una piccola chicca di Scuola Viva, che racchiude in sé tutto quello che questo istituto porta avanti con Scuola Viva: il recupero di una tradizione, attraverso la lavorazione delle fibre naturali e della ginestra e cui quest’anno si è aggiunta anche la tintura dei tessuti, sempre, rigorosamente con colori derivanti d frutta e fiori, insomma, solo con ciò che ci regala la natura!