SICUREZZA STRADALE, CORSI NELLE SCUOLE E PUNTI SULLA PATENTE AI FREQUENTANTI

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Ddl Sicurezza Stradale. Il disegno di legge è dedicato agli interventi in materia di sicurezza stradale e delega per la revisione del Codice della strada. Previsti anche corsi nelle scuole e punti sulla patente per i frequentanti.

Fra gli interventi previsti, alcuni riguardano il Mim. E sono conseguenza dell’intervento sull’articolo 230 del Codice della strada. In primo luogo, verrà potenziata l’educazione in ambito scolastico. Nello specifico, saranno introdotti corsi extracurricolari di educazione stradale, con una premialità finale.

I corsi saranno organizzati dalle Scuole secondarie di II grado, statali e paritarie. E gli studenti che li frequenteranno si vedranno attribuiti due punti aggiuntivi, al momento del conseguimento della patente.

Gli interventi del Mim rientrano fra le iniziative del Ministero atte a promuovere la cultura della prevenzione e della sicurezza stradale nelle scuole di ogni grado. Ed intendono coinvolgere gli studenti di tutte le fasce d’età.

Si comincerà verificando le conoscenze e le informazioni dei ragazzi e delle ragazze in merito alla sicurezza e alla legge sull’omicidio stradale. Poi, verranno realizzati laboratori di incontro e confronto tra i giovani e tra studenti di un ciclo superiore e di un ciclo inferiore, per esperienze di peer tutoring. Le attività di tutoring  si avvarranno anche delle piattaforme social e di lezioni video. Gli stessi ragazzi forniranno aiuto e sostegno all’apprendimento dei coetanei, in modo interattivo e sistematico.

Alle attività di insegnamento tra pari, si accompagneranno quelle tra docenti del ciclo superiore e studenti del ciclo inferiore, per sperimentare attività relative alla sicurezza stradale.

Fra le iniziative previste, un Protocollo d’intesa con l’Automobile Club Italia (ACI). Questo nell’ottica di organizzare eventi rivolti alle scuole di ogni grado sulla sicurezza e sulla prevenzione degli incidenti, con la possibilità di attività dedicate alla “guida sicura”.

Ma anche un nuovo tavolo di lavoro con la Polizia stradale, con il Dipartimento di Psicologia dell’Università la Sapienza di Roma, con l’Associazione “Lorenzo Guarnieri” e con l’Associazione “Valdiserri”. Queste saranno utili ad individuare nuovi contenuti da introdurre nei percorsi didattici curriculari ed extracurriculari.