L’ISTITUTO SCIALOJA CELEBRA L’EVENTO FINALE DI SCUOLA VIVA IN QUARTIERE 

Il progetto Ingraniamo la Sesta per un quartiere grande come la VI Municipalità realizzato grazie ai finanziamenti di Scuola Viva in Quartiere ha celebrato ieri, insieme a tutti i partner protagonisti e all’istituto capofila Scialoja, la sua manifestazione finale nella suggestiva location del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa. I laboratori ed i programmi sono stati seguiti con particolare interesse ed hanno valorizzato e rafforzato l’istituto giuridico della rete tra le scuole. Ben 19 istituti coinvolti comprendenti i quartieri di Ponticelli, Barra e San Giovanni a Teduccio, il territorio, le imprese e i cittadini, prevedendo azioni integrate.

I laboratori sono stati articolati in percorsi educativi e didattici a carattere multidisciplinare al fine di recuperare l’apprendimento di base e la “cura” della disaffezione allo studio. Inoltre, sono stati realizzati laboratori per favorire percorsi educativi ed esperienziali tra le scuole del territorio e le unità produttive locali. Ciò ha permesso di favorire l’inserimento nel mondo del lavoro degli alunni a rischio marginalizzazione e dispersione scolastica. Infine, sono stati creati interventi mirati per l’edilizia scolastica e la videosorveglianza che hanno migliorato la funzionalità e la fruizione degli ambienti scolastici.

Il progetto nel dettaglio

Importanti i numeri del progetto: ben 19 partner coinvolti, 285 il numero dei destinatari e 3 i macro ambiti in cui è suddiviso. Gli ambiti 1 e 3 sono stati articolati in Laboratori educativi e didattici (19 moduli) ed in Percorsi educativi ed esperienziali. Gli stessi hanno riguardato teatro, cinema, gastronomia, sport, musica, arte ed inoltre percorsi di orientamento scolastico. Oltre a coaching, con esperti psicologi e formatori, visite presso industrie creative ed aziende di riferimento. La rete del progetto ha poi attivato un modulo esperienziale per avvicinare il più possibile il mondo del lavoro a quello degli studi.

L’ambito 2 invece ha riguardato la riqualificazione ed il recupero infrastrutturale di tutti gli istituti compresi nelle Rete dei partner. Sono stati infatti realizzati interventi di: ripristino e recupero degli spazi sportivi, riparazione di danni strutturali per mettere in sicurezza gli studenti, impianti di videosorveglianza esterni ed interni agli istituti, recupero di spazi per la realizzazione di laboratori extrascolastici, interventi di riqualificazione per servizi comuni e tanti altri interventi ancora.

Alla manifestazione conclusiva ha partecipato, tra gli altri, l’assessore regionale Lucia Fortini che ha espresso parole di grande orgoglio per questo progetto. “È proprio questo l’obiettivo di Scuola Viva in Quartiere, – afferma – enfatizzare le potenzialità dei giovani talenti presenti sul nostro territorio, generare reti tra le comunità scolastiche e affrontare nuove sfide con grande motivazione, guardando al futuro con gli occhi pieni di sogni“.