MOBILITÀ CON ERASMUS+, CRESCONO LE OPPORTUNITÀ PER ALUNNI E DOCENTI

In tema Mobilità Erasmus+, il 2023 ha segnato una forte crescita nel volume delle attività, in Italia. È quanto emerso dagli esiti nazionali delle selezioni gestite dall’Agenzia Erasmus+ INDIRE.

I dati tengono conto delle richieste di finanziamento ricevute dagli istituti scolastici e dai consorzi che hanno ottenuto l’Accreditamento Erasmus+ 2021-2027. Questi numeri testimoniano un significativo incremento delle opportunità di studio in Europa, per gli studenti. E delle attività di formazione per i docenti ed il personale scolastico.

921 LE RICHIESTE DI FINANZIAMENTO

Nella fattispecie, al 23 febbraio 2023, sono pervenute ad Erasmus+ INDIRE, 932 richieste da istituti accreditati. Di queste, risultano approvate 921 richieste di finanziamento: 865 sono pervenute da singoli istituti; 56 da consorzi di scuole coordinati dagli Uffici scolastici regionali o da Istituti capofila. Il budget distribuito fra i 921 progetti finanziati supera i 30,5 milioni di euro, come riportato da Il Sole24Ore.

Sono 26.087 gli alunni – circa il doppio rispetto all’anno precedente – pronti a vivere esperienze di mobilità di breve periodo Erasmus+. 11.888 sono, invece, i docenti ed il personale della scuola che potranno vivere esperienze di formazione in corsi strutturati, di job shadowing o di insegnamento. Esperienze da fare in uno dei 137 Paesi aderenti al Programma. Le scuole italiane ospiteranno 390 fra esperti ed insegnanti europei.

“Ciò mette in luce il crescente interesse delle scuole per la mobilità ai fini di apprendimento e la capacità progettuale di tanti istituti che si mettono in gioco con una strategia a lungo termine, il Piano Erasmus, che grazie all’Accreditamento permetterà alle scuole italiane di usufruire di queste importanti opportunità fino al 2027”, ha dichiarato il Direttore generale Erasmus+ INDIRE, Flaminio Galli, come riporta il sito ufficiale.

L’Accreditamento Erasmus+ è il viatico per i progetti di mobilità internazionale finanziati attraverso l’Azione chiave 1: Mobilità Individuale a fini di Apprendimento. L’obiettivo di questa azione è migliorare la qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento, attraverso una strategia di sostegno alla mobilità di alunni e del personale della scuola.