ITS CAPODIMONTE MA.DE ACADEMY, IN ARRIVO TRE NUOVI CORSI POST-DIPLOMA GRATUITI

La Fondazione ITS Capodimonte Ma.De Academy ha annunciato l’apertura di tre nuovi corsi post-diploma: l’arte del giardino, della porcellana e del gioiello. I corsi saranno gratuiti. E saranno destinati a tutti i diplomati di età non superiore ai 35 anni.

L’obiettivo è intercettare proprio chi è indeciso fra il lavoro e l’università e desidera diventare giardiniere, designer della ceramica o del gioiello.

Nello specifico, la Fondazione ITS Capodimonte Ma.De Academy offrirà corsi riguardanti: il restauro e il governo evolutivo dei parchi e giardini storici e del verde urbano; il design, lo sviluppo e la sostenibilità del prodotto ceramico; il design e la lavorazione orafa 4.0 e del gioiello.

La Fondazione è interamente sostenuta dalla Regione Campania. Ognuno dei tre nuovi corsi sarà aperto a venticinque studenti. Ad ospitare le lezioni, alcuni edifici del Real Bosco di Capodimonte. Fra questi, anche l’antico convento l’Eremo dei Cappuccini.

Il Bosco di Capodimonte conferma la propria vocazione di Campus culturale multidisciplinare. Un “luogo privilegiato per la creazione di produzione di eccellenza apprezzata in tutto il mondo, come avveniva esattamente due secoli fa nelle Manifatture Reali, un modo nuovo per apprendere l’arte del giardino e del paesaggio, dell’artigianato, della porcellana e della gioielleria”, come riporta il sito ufficiale.

“L’arte del design, della porcellana, dei gioielli e del giardino sono una grande opportunità per il futuro delle nuove generazioni e come diceva Victor Hugo: chi apre le porte di una scuola, chiude una prigione”, ha affermato Sylvain Bellenger, Presidente della Fondazione.

“Il sogno che vogliamo realizzare è di riattivare le grandi tradizioni di eccellenza del nostro territorio. In particolare la ceramica, i gioielli e il giardino d’arte”, così il direttore dell’academy, Valter Luca De Bartolomeis, come riporta l’Ansa.

I settori cui i corsi fanno riferimento sono tre eccellenze della Campania. E, come sottolineato ancora dal direttore, richiedono risorse umane altamente qualificate. L’obiettivo è proprio quello di trovare risposta alla crescente domanda delle aziende.

“Offriremo così nuova linfa alle attività produttive del Made in Italy, spazi di connessione con il turismo esperienziale e, soprattutto, concrete opportunità di lavoro ai nostri giovani talenti, evitando che debbano realizzare altrove i loro progetti di vita”, ha dichiarato De Bartolomeis.

Un’attività di promozione dei profili professionali e dei corrispondenti processi innovativi favorirà l’incontro fra domanda ed offerta di lavoro. Un Open Day permetterà alle imprese di incontrare gli allievi e svolgere i colloqui di selezione.

Per i partecipanti ai corsi è previsto l’accesso a biblioteche, piattaforme e-learning, laboratori tecnologicamente avanzati.